TAR LAZIO: SENZA REGOLE SARA’ ANARCHIA

TAR LAZIO: SENZA REGOLE SARA’ ANARCHIA

Una sentenza del Tar Lazio che continua a far discutere. La società ricorrente – Slovena nel caso  specifico – in base alla libertà di stabilimento sancito dal diritto dell’Unione europea ex art. 49, può esercitare in Italia nel caso a Roma, con vetture immatricolate al servizio di Noleggio con Conducente pur non avendo ricevuto da Roma Capitale il regolare titolo necessario”. Il direttivo della federazione ISA TAXI, in una nota, esprime il proprio disappunto.

 

“In merito alla sentenza, ricorso numero 7605, proposto da una società di autonoleggio con sede in Slovenia, bisogna precisare e mai dimenticare che l’Europa non è solo di qualcuno e mai dimenticare che l’Europa è di tutti, tassisti e noleggiatori compresi che rispettano regole e leggi. Non si puo dire lo stesso di alcuni amministratori di giustizia nostrani che, nel caso ultimo della sentenza sul ricorso al TAR da parte della società Slovena operante sul territorio italiano ne è un valido esempio che dimostra la leggerezza con cui si interviene in merito a ricorsi delicati e spinosi che necessiterebbero di maggiore attenzione e competenza rischiando di mettere in seria difficoltà gli operatori locali e regolarmente autorizzati che si sono visti piombare improvvisamente dal nulla nuovi competitor. Tra qualche settimana o poco meno, in parlamento si discuterà un articolo del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) sulla libera concorrenza ( pag. 75 del testo ) e non so davvero se tutti coloro che si riempono la bocca di parole sull’Europa e la libertà di stabilimento riusciranno a estrapolare il dettame direttivo di un certo Federik Bolkestein che se fosse stato cittadino vaticano, sarebbe stato acclamato Santo Subito gia dal lontano 2006 e a quel punto i vari ncc “oltre confine” non avrebbero piu potuto nulla contro l’evidenza del caso ma avrebbero solo potuto inginocchiarsi e pregare.

Con un semplice gesto di estrema lungimiranza Mr. Bolkestein (UE 123) escluse di fatto dalle direttive sulle liberalizzazioni TAXI e NCC  dal libero mercato. Questo è un fatto. Questa è legge. Questa è Europa. Non solo quando vogliono Loro! Non solo quando volete Voi! Prevedere come reagirà la politica con i miliardi di euro in ballo di fronte una problematica economica a dispetto di un settore fatto di poche persone è facile ma è altrettanto facile prevedere come reagirà lo stesso settore a fronte del mancato intervento del Ministero dei Trasporti e Infrastrutture”.

Posti più vecchi

COMMENTI

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0