BUS TURISTICI, PROTESTA A ROMA

BUS TURISTICI, PROTESTA A ROMA

Un settore al collasso. Che ha pagato, più degli altri, le mille problematiche legate alla pandemia. Si sono dati appuntamento a Roma, dinanzi al Ministero delle Finanze per chiedere con forza un intervento concreto.  Sono gli operatori del noleggio dei bus turistici e del noleggio con conducente un indotto che vive in maniera diretta con il turismo, con i viaggi scolastici e con i grande eventi. Una categoria che è stata, fino ad ora, dimenticata dal governo nazionale. Chiedono aiuti immediati con una norma ad hoc da inserire nel decreto ristori. “”Lo scorso anno abbiamo registrato un calo del 60 per cento –raccontano – quest’anno, poi, i nostri mezzi sono fermi in garage. E non si preannuncia, da qui a breve, nulla di buono”. Sono sedici i pulman partiti dalla Sicilia e uno dalla provincia di Ragusa. Il sindacato nazionale Isa con il segretario generale Carmelo Cassia esprime solidarietà ai lavoratori in lotta nella capitale . “Il nostro auspicio che ci sia anche per questi lavoratori – aggiunge Cassia – un ristoro immediato. La pandemia e le restrizioni hanno causato il collasso totale dell’economia”.

COMMENTI

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0