UNIONE TERRITORIALE DEL LAVORO

C’è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera. Bisogna avere  la pazienza di un monaco, il coraggio di un guerriero, l’immaginazione di un bambino. La perseveranza ha il potere di rendere l’impossibile possibile, il possibile probabile, e il probabile sicuro. Carmelo Cassia questo lo sa molto bene. La sua è una storia sindacale che parte dal basso, dal profondo sud, a Ragusa, in Sicilia, nel 2000. Adesso vuole ottenere una maggiore rappresentatività a livello numerico in ambito ministeriale. Con 52 sedi da aprire, da qui a breve, in tutta Italia. il sindacato Isa (intesa sindacato autonomo) ha messo piede anche in Campania con sedi e servizi annessi. A Napoli, poi, un patto di assemblaggio di una storica sindacale che delle battaglie anticamorra ne ha fatto la propria mission. Il sindacato Azzurro del vulcanico presidente Vincenzo Guidotti farà parte, da qui a breve, della grande famiglia dell’intesa sindacato autonomo

E’ il primo passo di un grande progetto – spiega il segretario generale dell’Isa, Carmelo Cassia – costituire le Utl (unione territoriale del lavoro) per dare forza e rappresentanza al mondo dei lavoratori. L’invito è rivolto alle piccole realtà sindacali sparse in tutta Italia,. di unire le forze, di aggregarci per avere una maggiore rappresentatività. E’ arrivato il momento di lanciare una sfida decisiva alla triplice sindacale”.

(Nella foto a sx un momento dell’incontro tra il sindacato Azzurro e l’ISA; nella foto a destra, in piazza Plebiscito, a Napoli, i referenti della sede Utl -Isa di Arzano)

Marcello Digrandi

COMMENTI

WORDPRESS: 0
DISQUS: 1